TRASLOCANDO

Aggiornato il: apr 20

PERCHE' E' IMPORTANTE TRASLOCARE LEGGERI



In questi giorni sono stata contattata da una splendida coppia.

Hanno manifestato la necessità di confrontarsi con un professionista, per una consulenza riguardante l’acquisto di una nuova casa.

Hanno intuito che parallelamente all’analisi delle caratteristiche della casa da acquistare, esiste un aspetto emotivo non indifferente, che potrebbe frenare il desiderio di cambiare.

Eh si, in fondo è proprio così: ogni trasloco è come ricominciare.

Creare disordine per avere la possibilità di riordinare anche quello che desideriamo cambiare, è un po’ contorto ma è così.

Ogni trasloco è l’occasione per lasciare andare quello che non ci corrisponde più.

Lascio immaginare cosa possa suscitare il solo pensiero di salutare la casa nella quale abbiamo cresciuto i nostri figli, e trascorso la parte più significativa di un rapporto di coppia, che possa dirsi tale.

Le motivazioni?

Le più disparate ma, in fondo, sempre le stesse autolimitazioni.

Faccio l’esempio di una coperta che mi sono trascinata per anni, nonostante non mi avesse mai convinta.

“Potrebbe tornare utile magari per qualche gioco o per la scuola dei ragazzi…” (il mio primogenito ha da poco compiuto 18 anni!)

"Non si sa mai, potrei renderla più gradevole con qualche modifica" (sono circa 5 anni che me la racconto).

Al settimo trasloco lascio la coperta nel cassonetto della Caritas dove avrà trovato un migliore impiego!

Finalmente ho la motivazione per potermi recare nei miei negozi preferiti: Coin Casa, Zara Home e trovare chissà quale nuova coperta e, con essa, altre splendide novità!

Tornando a Rita e Silvano e alla loro casa, abbiamo quindi deciso di tenere presente entrambi gli aspetti _funzionali ed emozionali_ partendo dall’analisi degli oggetti e degli arredi che nel corso degli anni, sono entrati a far parte dei loro ambienti.

Praticamente, mentre io mi sto occupando dell’analisi di fattibilità progettuale, loro si occuperanno di individuare ciò che andrà buttato, ciò che regaleranno, ciò che porteranno con loro perché in sintonia con i loro attuali obiettivi e con la prossima fase di vita che li attende.

Sono felice quando incontro persone così entusiaste ed attente. Persone che sanno dare valore a ciò che è stato ma che al contempo hanno il coraggio di salutare con gratitudine ciò che li ha accompagnati. Persone pronte a fare spazio al nuovo che verrà.



In prima persona ho sperimentato come ogni nuovo spazio abbia la forza di farci realizzare ciò che di nuovo desideriamo. Un foglio bianco, sul quale descrivere verso quali nuove mete desideriamo andare.



Come possiamo cogliere al meglio queste nuove opportunità?

Scrivere, fissare le sensazioni che spazi liberi e nuovi ci danno è fondamentale per mantenere la rotta allorquando conosciuti e vecchi schemi tenteranno di riprendere i loro posti!


32 visualizzazioni
  • Facebook
  • Pinterest
  • Instagram